Mastoplastica Riduttiva - Riduzione del Seno

 

Durata 90-120 min  Degenza 1 giorno  Convalescenza riposo per 5-7 giorni, recupero completo in 4-6 settimane

Esami richiesti:

 

  • esami di routine (prelievo di sangue, rx torace,ecg)

  • ecografia mammaria e se richiesto mammografia


 

 Poperatorio:

 

  • reggiseno contenitivo per circa 4 settimane

Le tecniche chirurgiche

 

Per eseguire l'intervento di riduzione mammaria esistono numerose tecniche che vanno applicate e messe in atto caso per caso, è importante adeguare la tecnica più appropriata al caso per ottenere i migliori risultati in termini di estetica, resa dell'intervento stesso e miglioramento di postura e limitazione funzionale. 

 

Tra le tecniche più utilizzate vi è quella con cicatrice a  T invertita, in cui le incisioni si eseguono intorno all'areola, dall'areola alla piega sottomammaria e nella piega sottommaria (solco mammario).

In caso di mammelle di dimensioni più contenute è possibile utilizzare la tecnica a cicatrice verticale, descritta da Lassus e Lejure, in cui le cicatrici sono intorno all'areola e dall'areola al solco mammario. 

 

Nei casi di importante gigantomastia, in cui la quantità di tessuto mammario e cutaneo da asportare è considerevole ed è a rischio la vitalità del complesso areola-capezzolo, è necessario effettuare il prelievo di complesso areola-capezzolo come innesto libero (tecnica di Thorek) e di innestarlo una volta effettuata la riduzione mammaria con tecnica a T invertita.

 

Le tecniche descritte, come già detto vanno applicate ai singoli casi, bisogna inoltre ricordare che in tutti i casi e con tutte le tecniche descritte risulteranno delle cicatrici visibili il cui aspetto, a seconda dei casi, andrà a migliorare nel tempo fino a stabilizzarsi nel corso di   10-12 mesi.

Che cos'é?

 

La mastoplastica riduttiva é un intervento chirurgico per la riduzione del volume del seno che risulta eccessivo rispetto alle proporzioni corporee.

 

Chi può sottoporsi a questo intervento?

 

La riduzione mammaria  si esegue in quei casi in cui le dimensioni eccessive del seno sono tali da comportare alterazioni posturali, disagio nella vita quotidiana e di relazione, limitazione nell'attività fisica, correzione di gravi asimmetrie mammarie.

 

In che consiste l'intervento di riduzione mammaria?

 

La riduzione del seno si effettua con l'asportazione del tessuto mammario e cutaneo in eccesso ed il rimodellamento dei tessuti per ottenere un volume adeguato ed una forma estetica delle mammelle. Oltre alla riduzione del tessuto mammario e cutaneo si può effettuare la riduzione delle areole che spesso sono di diametro eccessivo e quindi poco estetiche.

 

Saranno presenti cicatrici?

 

Le incisioni si eseguono intorno all'areola, dall'areola alla piega sottomammaria e nella piega sottommaria (solco mammario). In queste aree risulteranno delle cicatrici che nel tempo si modificheranno fino ad essere poco o per nulla evidenti.